I CONSIGLI DELLA DOTTORESSA MAPELLI: BENESSERE INTESTINALE

BENESSERE INTESTINALE: DOPO L’ESTATE, RIPARTIAMO DALL’INTESTINO

Le vacanze estive sono sinonimo di svago e relax, spesso associato all’ambito gastronomico in cui ci si concede qualcosa in più, cambiando le proprie abitudini quotidiane. Difficile rinunciare al piatto tipico del luogo di vacanza, difficile resistere ad un gelato cremoso sulla spiaggia oppure ad un aperitivo in compagnia con gli amici al tramonto.

L'intestino è uno dei protagonisti dell'estate perché viene messo a dura prova, vuoi per le pietanze fredde, le grigliate, gli aperitivi e l'abuso di prodotti da forno, molto comodi per la spiaggia ma alla lunga poco salutari; sicuramente, a molti di voi, sarà capitato di avere, durante questa estate, le classiche problematiche intestinali, dissenteria, stipsi e gonfiore addominale spesso dovute anche agli sbalzi climatici.

L’intestino, viene definito come il “secondo cervello”, riflette il nostro umore ed incamera il nostro stress psichico, va, quindi, mantenuto in una condizione di benessere e di igiene, in rapporto al cibo che introduciamo e al tono di umore.

Quali sono i cibi preferiti dall’intestino? E come devono essere? E’ bene preferire i cibi liquidi, tiepidi e, quando è possibile, crudi; quindi, facendo subito un auto analisi sul proprio rapporto cibi liquidi e cibi solidi, se prevalgono quelli solidi, l'intestino è in sofferenza.

 

Come fare?

1.Introdurre cibi liquidi, sotto forma di passati di verdura, zuppe di cereali integrali e legumi, creme vegetali,
centrifughe di frutta e verdura, tè, tisane e caffè d'orzo.

2.Eliminare, per almeno una settimana, tutti i prodotti da forno raffinati, quindi stop a: pane, pasta,
biscotti, pizza e focaccia, fette biscottate, cracker e dolciumi in genere. Preferire altri cereali, come farro, orzo, avena, quinoa (gluten free), segale, grano saraceno (gluten free), mais (gluten free), riso integrale (gluten free), amaranto (gluten free) e miglio (gluten free). Questi cereali forniscono, oltre a carboidrati complessi a lento rilascio, anche fibre, vitamine e sali minerali preziosi per il riequilibrio della flora batterica; inoltre la ridotta o quasi totale assenza del glutine, comporta una minore irritazione dei villi intestinali.

3.Preferire legumi e pesce azzurro, anziché la carne rossa. Tra i legumi scegliere ceci e lenticchie, ottimi come secondo piatto, in insalata o come ingrediente base per polpette e hamburger vegetali, oppure in aggiunta ai cereali sopra citati, ottenendo, così, un piatto unico ricco e genuino. Tra il pesce, meglio quello azzurro, senza farsi mancare il pesce grasso, ricco di omega 3 e omega 6, come salmone, sardine, sgombro e alici, al naturale.

4. Eliminare le bibite e le bevande gasate, gli alcolici e i l caffè, preferire tè e tisane, caffè d’orzo.

5. Prima di ogni pasto, consumare, come antipasto, una porzione di verdura cruda, tagliata finemente e condita con olio extra vergine di oliva, succo di limone o aceto di mele; evitare il sale. Concludere poi il pasto con una porzione di verdura cotta (al vapore o stufata in padella con poco olio).

6. La frutta, va consumata a colazione o agli spuntini di metà mattino e di metà pomeriggio, fresca o sotto forma di centrifughe o frullati.

 

7. In aggiunta ad una dieta sana ed equilibrata, è molto utile assumere prodotti a base di fermenti lattici, i quali svolgono una funzione essenziale per il ripristino della flora batterica; preferire i ceppi di Lactobacilli e Bifidobatteri, amici della regolarità e del benessere intestinale.

 

8. Alcuni prodotti a base di fermenti contengono anche vitamine A e D che contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario. In occasione di lunghi viaggi, in particolar modo in alcuni paesi, è possibile che la flora intestinale alteri il suo normale equilibrio, quindi è consigliata l’assunzione dei fermenti prima di intraprendere il viaggio.

Non dimentichiamo di idratarci, quindi acqua naturale non fredda prima dei pasti e dopo; vi consiglio un bicchiere a digiuno, prima di ogni pasto, colazione, pranzo e cena e durante la giornata, tè e tisane (finocchio, malva, tiglio e melissa).

 

VITARMONYL CONSIGLIA:

Fermenti Lattici: http://vitarmonyl.it/index.php/prodotti/items/probiotici-fermenti-lattici.html

Fermenti Lattici EXPRESS: http://vitarmonyl.it/index.php/prodotti/items/fermenti-lattici-express.html

Fermenti Lattici Plus Instant:http://vitarmonyl.it/index.php/prodotti/items/fermenti-lattici-plus-instant.html

Fermenti Lattici Plus Stress: http://vitarmonyl.it/index.php/prodotti/items/fermenti-lattici-plus-stress.html

 

DOTT.SSA MANUELA MAPELLI, BIOLOGA NUTRIZIONISTA
Si è laureta in Scienze dell’Alimentazione a Milano nel febbraio 2010 ed ha proseguito con la specializzazione magistrale in Biologia Applicata alle Scienze della Nutrizione, laureandosi a pieni voti presso la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università Statale di Milano nel dicembre 2011. Si è specializzata nei Disturbi del Comportamento Alimentare presso l’unità di Psichiatria dell’Ospedale San Raffaele Turro di Milano, facendo uno studio intitolato: Biologia Fisiologia Modellistica della Nutrizione Umana in soggetti con DCA”, oggetto di tesi.

Ha ottenuto poi l’abilitazione all’esercizio della professione di Biologo con il superamento dell’esame di stato nella sezione A nel 2012.
Nel 2012 ha lavorato presso le unità geriatriche della casa di cura Airoldi e Muzzi di Lecco, lavorando con le persone affette dal morbo di Alzheimer.
Dal 2013 è iniziata la libera professione.
http://www.manuelamapellinutrizionista.it/

Torna indietro

Punti vendita