Aiuto ho un attacco di fame nervosa!

Aiuto ho un attacco di fame nervosa!

Gli attacchi di fame nervosa sono delle voglie incontenibili di mangiare tra i pasti, alle quali facciamo spesso difficoltà a resistere.

Certi fattori favoriscono questi attacchi di fame nervosa, come lo stress, l’ansia, la depressione, ma anche la noia, perché mangiare distrae. Quando mangiamo un alimento che contiene zuccheri, l’insulina interviene al fine di fare penetrare lo zucchero nelle nostre cellule e produce serotonina, ormone capace di tranquillizzarci.

Ma questi spuntini, spesso poco salutari, possono aumentare, e molto rapidamente, la quantità di calorie assunte, provocando inevitabilmente un aumento di peso.

I moderatori di appetito

 Le sostanze vegetali provenienti dalle piante, dalle alghe e dai frutti chiamate anche “moderatori di appetito”, sono degli alleati preziosi per la linea. Le fibre solubili che contengono possono assorbire fra 50 e 100 volte il loro peso in acqua. Presi sotto forma di integratori alimentari, questi principi attivi si gonfiano nello stomaco e occupano volume, aiutando in questo modo a alleviare il senso di fame. 

Reintrodurre la merenda!

È possibile reintrodurre le pause “merenda”, a mezza mattinata e a metà pomeriggio, affinché gli attacchi di fame non appaiano prima dell’ora di mangiare. Naturalmente non si tratta di abbuffarsi di dolciumi ma di mangiare frutta. Gli apporti alimentari sono da ripartire tra 4 o 5 pasti giornalieri.

Il nostro trucchetto

Gli attacchi di fame nervosa sono generati da voglie di mangiare, non dal bisogno di mangiare. Di conseguenza, un trucchetto può essere quello di pazientare una decina di minuti concentrandosi su altro. Oppure alzarsi e prepararsi una tisana. La voglia di mangiare spesso sparisce velocemente.

Torna indietro

Punti vendita